7.3 C
Venezia
sabato, Gennaio 28, 2023

Luminarie che passione, naturalmente a consumo sostenibile

Altri articoli

Share

di E.C.

A Venezia, ed anche a Mestre, sicuramente, come da programma diramato dagli uffici stampa, grandi luminarie, già da una settimana, sfavillano fra strade, calli, campielli, piazze, campi e fondamente, in un tripudio di luci e sfavillii… E meno male che bisogna risparmiare energia per il caro bollette.

Così mentre la politica proclama roboanti sentimenti di austerità che ben si guarda da rispettare, ecco che dalla prima domenica di Avvento e fino all’Epifania ed oltre, la gioia tremebonda regalata dall’è nato si dice [cit.] ci porterà più o meno fino alla fine del Carnevale e talvolta, pure accesa… In senso stretto.

Mica per invocare i risparmi sui consumi. Giusto per dire. Del resto chi (come me) ricorda la crisi petrolifera degli anni settanta del secolo scorso, l’Austerity (con tanto di insopportabile canzone al seguito) come venne chiamata allora, siamo tornati agli albori della febbre anglomane che ancora dura. Allora, ricorderanno coloro che c’erano, si erano prese drastiche decisioni per contenere costi e consumi e noi mica si vuole tornare a quel tempo là.

Però, almeno, evitassero le rotture di coglioni a chi risparmia in casa per poi giocare allo spreco coi soldi pubblici fuori di casa, perché in fondo cosa volete che siano venti chilometri di luci sempre accese, ma con l’accortezza del consumo sostenibile se non uno spaventevole nulla all’insegna dell’insostenibili pesantezza del bla bla bla?

 

(4 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: