Pubblicità
Pubblicità
PubblicitàAruba Fibra veloce

VENEZIA

HomeNotizieMeloni lancia in resta alla conquista del Veneto con spezzatino di Salvini

Meloni lancia in resta alla conquista del Veneto con spezzatino di Salvini

GAIAITALIA.COM VENETO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi, #Politica

Dopo il definitivo passaggio del Sindaco di Verona a Fratelli d’Italia, omaggiato dalla presenza in conferenza stampa della nuova Reginetta del Ballo che i giornaloni hanno già incoronato prima ministra, Meloni si è lanciata alla conquista del Veneto – dove vanta esponenti di spicco in giunta regionale, tal Donazzan, consigliera che celebra il 25 aprile ricordando i nazisti caduti e fulgido esempio di fratellismo (e sorellismo) d’Italia – e lo spezzatino di Salvini è ormai cosa certa.

Così Fratelli d’Italia potrà finalmente dire la sua ed andare oltre le cantatine di Faccetta Nera alla radio e dimostrare di essere tutta una coerenza, politica, ideologica e nostalgica, avanzando come blocco monocolore tristemente nero, in tutto il nord-est, panzer meloniano contro la “pulizia etnica del pensiero” frase simbolo dell’intellighenzia fratellitaliota.

Dalla guerriglia del 2022 che vedrà contrapposti il Sindaco di Verona neo-fratello d’Italia (l’Italia si pesta) e l’ex Sindaco, ex leghista Tosi, guerriglia che si preannuncia cruenta, ad uscirne rafforzata sarà solo lei, la bionda leader simil-lepen, alla quale temiamo però non verrà risparmiato il destino della leader francese della quale è quasi clone, così come quello del fratello-coltello (d’Italia, perché col patriottismo non si scherza) Salvini: trionfi nei sondaggi, osanna dai media, ma sconfitte finali.

Politicamente parlando la prossima mossa crediamo toccherà a Zaia, perché il segretario leghista che cambi idea ad ogni cambio del vento, preferisce essere fatto a pezzi piuttosto che cambiare linea. La caccia grossa meloniana in Veneto è un segnale che non andrebbe sottovalutato. Né dagli alleati della destra sempre più estrema né dagli avversari.

 

(16 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




Pubblicità

ARTE & CULTURA