14.8 C
Venezia
giovedì, Settembre 29, 2022

Giornata dell’Autonomia: al Teatro sociale la cerimonia con il concerto del coro Sat

Altri articoli

Share

di Redazione Trento

Il Trentino, terra di connessione tra Mitteleuropa e area mediterranea, capace grazie al suo particolare assetto istituzionale di coniugare sviluppo, attenzione all’ambiente e tutela delle identità linguistiche e culturali. È questa la sintesi della storia del nostro territorio e della sua forma di speciale autogoverno, che quest’anno saluta i cinquant’anni del Secondo Statuto di Autonomia (1972-2022). Lo fa attraverso un elaborato programma di iniziative, avviato a febbraio, che culminerà nella Giornata dell’Autonomia di lunedì 5 settembre 2022. Se alle 11 il Palazzo provinciale di piazza Dante ospiterà l’inaugurazione dell’esposizione permanente “La Provincia si racconta. Un viaggio tra storia, presente e futuro dell’autonomia trentina”, alle 21 il Teatro sociale di Trento ospiterà una serata ricca di storia ed emozioni con la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni dell’autonomia. Il programma prevede il conferimento dell’onorificenza dell’Aquila di San Venceslao e il concerto del Coro della Sat-Società degli alpinisti tridentini, per raccontare anche attraverso la musica il legame con la montagna e il territorio trentino. La serata è aperta al pubblico, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il programma prevede in apertura gli interventi del presidente del Consiglio della Provincia autonoma di Trento, del presidente del Consiglio delle autonomie locali, del presidente della Provincia autonoma di Trento.

A seguire il conferimento dell’onorificenza dell’Aquila di San Venceslao a Günther Platter, Capitano del Tirolo dal 2008. Platter, 68 anni, dopo aver esercitato per alcuni anni la professione di tipografo e successivamente aver prestato servizio come ufficiale di gendarmeria, ha avviato la carriera politica nella metà degli anni Ottanta dapprima come consigliere e poi sindaco di Zams, in Tirolo. Membro del Governo tirolese dal 2000, è stato anche Ministro federale della difesa e dell’interno della Repubblica d’Austria.

Il protagonista della serata sarà poi il Coro della Sat, a cui non servono presentazioni. Il complesso di voci è nato ufficialmente a Trento il 25 maggio 1926 con il nome coro della Sosat, poi modificato in Coro della Sat negli anni Trenta, debuttando nella Sala grande del Castello del Buonconsiglio. Diretto inizialmente da Enrico Pedrotti fino al 1938, poi da Silvio Pedrotti per oltre cinquant’anni e attualmente da Mauro Pedrotti, nipote di Silvio e figlio di Mario, il coro si è esibito in oltre mille concerti in Italia, Europa (Austria, Belgio, Cecoslovacchia e ora Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Russia, Svizzera), America (Brasile, Canada, Messico, Stati Uniti) ed Asia (Corea), nei teatri più prestigiosi. Numerose le edizioni dei circa 300 canti del repertorio e le incisioni, da quelle del 1933 alle più recenti a cura della Fondazione Coro della Sat (nove cd e un doppio cd con circa 200 canti dal 1996 al 2015).

 

(26 agosto 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: