5.8 C
Venezia
martedì, Dicembre 6, 2022

Omofobia, condannato a due anni l’ex consigliere della Lega di Trieste, ex Forza Nuova, Fabio Tuiach

Altri articoli

Share

di Paolo M. Minciotti

Forse ha litigato con il fidanzato per la vasellina”, aveva scritto Fabio Tuiach già consigliere leghista sul social russo VKontatke, già Forza Nuova, all’indomani di un pestaggio feroce di un giovane omosessuale a Trieste, perché a certa gente piace tanto commentare per dar aria ai denti.

Ora Tuiach si troverà a commentare, ha due anni di tempo perché a tanto ammonta la pena, senza condizionale, comminata dal giudice per le udienze preliminari di Trieste che ha riconosciuto anche un risarcimento di 5mila euro nei confronti dell’associazione milanese “I Sentinelli”, costituitisi parte civile.

Il post era del febbraio 2021 e si riferiva al pestaggio di un attivista Lgbt a Repen in provincia di Trieste: “Un esponente Lgbt è stato picchiato e scoppia il caso omofobia a Trieste, siamo in campagna elettorale e succede ogni volta ma forse ha litigato con il fidanzato per la vasellina. Grande solidarietà da parte di tutte le forze politiche ma ricordiamoci che in più di un terzo dei paesi al mondo non esiste il problema omofobia perché per i gay c’è il carcere o la pena di morte. Noi avevamo il rogo un tempo, mentre in Russia c’è la legge anti-gay come in tutto l’Est e per questo loro non accolgono palestrati che fuggono da paesi omofobi“. Frase che si commenta da sé.

Tuiach è diventato poi e naturalmente un fervente cattolico dopo avere militato in movimenti estremi e nei mesi scorsi era stato licenziato dalla Agenzia per il lavoro portuale del Porto di Trieste (Alpt) perché, nonostante fosse assente al lavoro perché in malattia, aveva tenuto un comizio pubblico con i No Vax, e partecipato – scrive Repubblica – a manifestazioni di protesta dei No Green pass, dove si faceva vedere con un rosario al braccio e una grande foto di un santo. Di lui è nota anche una dichiarazione profondamente innovativa sul piano culturale, secondo la quale furono gli idranti della Polizia a trasmettergli il Covid, a proposito del quale disse “mi hanno consigliato di prendere vitamine e antinfiammatori”. Un pensiero da trasmettere ai posteri.

 

 

 

(29 settembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: