Lella Costa in scena a Pordenone, chiude la terza edizione del concorso “La giovane scena delle donne”

di Redazione, #spettacolo

Proseguono gli appuntamenti della XVII edizione del festival internazionale “La scena delle donne” diretto da Bruna Braidotti e organizzato dalla Compagnia di Arti e Mestieri, realizzato con il contributo del MiC, il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli, che da tre anni ospita all’interno della sua programmazione il concorso “La giovane scena delle donne” dedicato a giovani attrici e attori professionisti che portano in scena spettacoli sulla situazione culturale e sociale delle donne nella contemporaneità e nella storia. È proprio con la Premiazione del concorso e con la Premiazione del testo segnalato al concorso La Escritura de la Diferencia/s, partner del progetto, che si apre, a Pordenone, alle ore 10.00nell’Ex Convento San Francesco, la giornata di domani 12 settembre, conclusiva della terza edizione del concorso “La giovane scena delle donne”.

A seguire, a partire dalle 11.00 e fino alle 19.00, operatrici, direttrici artistiche e organizzatrici teatrali provenienti da tutta Italia discuteranno sull’elaborazione di una proposta a tutela della parità di genere. L’importante confronto s’intitola “La parità di genere nelle arti performative” ed è in collaborazione con La escritura de la/s diferencia/s (Italia/Cuba) e Coop En Kai Pan (Napoli). Brunella FuscoConsuelo BarilariIole CilentoLaura CaparrottiLaura SicignanoLella Costa e Serena SinigagliaLetizia CompatangeloLoredana PerissinottoLucía Rojas MaldonadoMimma GallinaNatasha CzertokRita MaffeiSabrina Morena e Susanna Camusso metteranno a punto una proposta da presentare al MiC e alla Direzione Generale Spettacolo dal Vivo finalizzata a tutelare e a rendere visibile il lavoro delle donne, sia esso svolto in forma di impresa sia in forma autonoma o dipendente, e a implementare misure per il riequilibrio di genere nel mondo dello spettacolo.

La lunga giornata si concluderà con un gran finale: alle ore 20.45, all’Auditorium ConcordiaLella Costa andrà in scena con “Intelletto d’amore – Dante e le donne”, uno spettacolo da lei scritto insieme a Gabriele Vacis, anche regista, per dare voce ai personaggi femminili della “Divina Commedia”. «Nella Divina Commedia i personaggi femminili non sono molti. – scrivono Gabriele Vacis e Lella Costa – Ma quelli che ci sono, sono determinanti. Basti dire che ad accompagnare Dante nel paradiso è una donna: Beatrice. Scelta coraggiosa, perché la donna, in questo modo, assume un ruolo sacerdotale, guida spirituale che precede un uomo nel cammino verso la salvezza. Uno scandalo per il medioevo del sommo poeta. Ma anche oggi, in fondo». Il racconto scritto da Gabriele Vacis e Lella Costa sceglie alcune tra le donne di Dante e le fa parlare direttamente al pubblico, in modo confidenziale, da prospettive “insolite”. Naturalmente c’è Beatrice, ideale dell’amore puro del poeta, c’è Francesca, che finalmente ci spiegherà perché Dante l’ha mandata all’inferno insieme al suo Paolo, ma ci saranno anche Taibe, la prostituta delle Malebolge costretta ad annaspare nel letame per un motivo ben diverso da quella che è stata la sua “professione”, e Gemma Donati, la moglie del poeta, madre dei suoi figli. La narrazione delle protagoniste della vita artistica e privata del poeta si muove tra gioco e ironia, tenendosi sempre fedele al vero storico e alla larga dalla parodia. Lo spettacolo è una coproduzione Mismaonda e Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano e in collaborazione con RSI – Radio Svizzera Italiana.

 

(11 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,635FansMi piace
2,367FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: